Diseducazione alla salute: la pubblicità di medicinali – terza parte

Lascia un commento

15 aprile 2016 di sergiocattani

Pubblichiamo in tre articoli successivi il testo scritto per “INFO – Unifarm” n.272 del marzo 2016, foglio mensile di informazione medico scientifica indipendente, rivolto ai farmacisti, a firma della dottoressa Moira Stefini e di Sergio Cattani.

Niente pubblicità sui farmaci da prescrizione
La pubblicità dei medicinali diretta al pubblico in Italia è consentita solo per i medicinali di automedicazione OTC (Over the Counter). Nè i SOP, né i farmaci etici (vendibili dietro presentazione di ricetta medica) possono essere pubblicizzati ai consumatori, nonostante in passato le lobby del settore abbiano cercato di introdurre la cosiddetta DTCA (Direct To Consumer Advertising) anche in Europa. Grazie alla vivace protesta di associazioni e bollettini scientifici a sostegno dell’informazione indipendente, la proposta è stata ritirata.5 Oggi la DTCA è consentita solo in USA e in Nuova Zelanda e proprio lo scorso novembre l’American Medical Association (AMA), la più grande società scientifica statunitense, ha annunciato di voler proibire la pubblicità di farmaci diretta ai consumatori, preoccupata per la crescente quantità di annunci promozionali a favore di nuovi farmaci. Come diretta conseguenza del bombardamento di annunci, ribadisce l’AMA, è cresciuta da parte dei pazienti la domanda di farmaci nuovi, spesso inappropriati e molto costosi, a scapito di quelli più consolidati e meno costosi già presenti sul mercato.6 Diversi studi pubblicati in letteratura hanno dimostrato che c’è una stretta correlazione tra la promozione dei medicinali e l’aumento delle prescrizioni e del consumo.D’altra parte, l’obiettivo principale delle aziende farmaceutiche è la vendita dei loro prodotti: è documentato che gli investimenti nel settore marketing da parte delle aziende siano di gran lunga superiori agli investimenti in ricerca e sviluppo.8 E’ comunque significativo che la stessa legislazione comunitaria riconosca e protegga le finalità commerciali delle aziende: secondo il Codice Comunitario Europeo relativo ai medicinali, infatti, le norme devono tutelare la salute pubblica, senza però ostacolare lo sviluppo dell’industria farmaceutica.pharma-amazing

Più pubblicizzati vuol dire più venduti?
Nell’ultimo rapporto di Anifa (l’industria dell’automedicazione), si può leggere come le spese pubblicitarie effettuate per i farmaci OTC, dopo la contrazione del 2013, siano cresciute a ritmo sostenuto nel 2014: si è osservata una crescita degli investimenti pubblicitari quasi per tutte le categorie terapeutiche, in particolare per gli analgesici/antidolorifici e per i prodotti per il sistema respiratorio (prodotti per influenza, tosse e mal di gola). Nel 2014 per i farmaci senza obbligo di prescrizione (SOP e OTC) sono stati spesi quasi 2.429 milioni di euro, per un totale di 305 milioni di confezioni vendute: di queste confezioni, il 75% ha riguardato i medicinali OTC, gli unici pubblicizzabili.9

Consultando l’elenco dei medicinali OTC e SOP più venduti alle farmacie e agli esercizi commerciali autorizzati nel primo semestre del 2014, si riconoscono gli antidolorifici e i farmaci per il sistema respiratorio, le due categorie per le quali, secondo il rapporto Anifa, si è investito di più in pubblicità.10 Questi dati sono confermati dal rapporto OsMed relativo al consumo di farmaci nel 2014.11 Il farmaco va preso solo quando c’è un bisogno effettivo, scegliendolo tra quelli con rapporto beneficio/rischio migliore. Il farmacista rappresenta il “custode” del valore del farmaco e ha il ruolo di differenziarlo da un bene di consumo qualsiasi. Sarebbe auspicabile invertire la tendenza e raggiungere un disallineamento tra i medicinali più pubblicizzati e quelli più venduti: la scelta di un farmaco rispetto ad un altro non deve basarsi su tendenze del momento e/o su campagne stagionali, sebbene il grande potere comunicativo e commerciale delle aziende farmaceutiche remi spesso in direzione diametralmente opposta.


 

Bibliografia principale:

  1. Australia ritira Nurofen per confezioni fuorvianti” http://www.adnkronos.com/salute/farmaceutica/2015/12/14/australia-ritira-nurofen-per-confezioniHYPERLINK “http://www.adnkronos.com/salute/farmaceutica/2015/12/14/australia-ritira-nurofen-per-confezioni-fuorvianti_4egJVqasumTme6y5Z5qt-fuorvianti_4egJVqasumTme6y5Z5qt7L.html?refresh_ce.
  2. Sito Internet Nurofen (cons. in data 12.02.2016) http://nurofen.it/products.php.
  3. https://www.youtube.com/watch?v=6GLFyM1MJSE.
  4. http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/informativa-aifa-sul-corretto-utilizzo-del-medicinale-ginetantum.
  5. Sito web “No grazie” http://www.nograzie.eu/risorse/documenti/pubblicita-dei-farmaci-diretta-al-cittadino.
  6. Ama calls for ban on Direct to Consumer Advertising of prescription drugs and medical devices” http://www.ama-assn.org/ama/pub/news/news/2015/2015-11-17-ban-consumer-prescription-drug-advertising.page.
  7. A decade of DTCA of prescription drugs” N Engl J Med 2007;357:673-81.
  8. http://www.lavoce.info/archives/9698/il-prezzo-dei-farmaci-e-un-problema-per-tutti.
  9. Numeri e indici dell’automedicazione-Edizione 2015” http://assosalute.federchimica.it/homepage-anifa/pubblicazioni/numeri-e-indici.aspx.
  10. Elenco dei 50 SOP e OTC più venduti” http://www.salute.gov.it/portale/documentazione/p6_2_8_1_1.jsp?lingua=italianoHYPERLINK “http://www.salute.gov.it/portale/documentazione/p6_2_8_1_1.jsp?lingua=italiano&id=14”&HYPERLINK “http://www.salute.gov.it/portale/documentazione/p6_2_8_1_1.jsp?lingua=italiano&id=14id=14.
  11. Rapporti OsMed – L’uso dei farmaci in Italia” http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/rapporti-osmed-luso-dei-farmaci-italia.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: