Il senso di Angelini per il mal di testa

2

29 ottobre 2014 di sergiocattani

In principio era il Moment. Poi Molly, seguita da Momentact e infine Momendol. C’è da dire che ad Angelini, premiata ditta farmaceutica con sede a Roma, piace proprio giocare con la pubblicità.
Ma come, per 20 anni ci avete detto che Moment si usa per il mal di testa e Momendol per il mal di schiena e ora invece “Usatelo pure anche per il mal di testa, scherzavamo”?

Ma siamo impazziti?

E invece è proprio così, la strategia di marketing di Angelini è cambiata e allora alle persone si racconta un’altra verità. In barba a verosimiglianza e rispetto per chi guarda.
La scienza (quella vera, non quella degli uffici marketing) dice che tra i FANS – Farmaci Antiinfiammatori Non Steroidei – non è tanto la specificità a distinguere l’uno dall’altro, ma gli effetti collaterali. Detto più semplicemente, quando una persona ha mal di testa, è impossibile prevedere quale sia il farmaco più adatto a lei, finché non lo prova. Pertanto, dal momento in cui sono dimostrate differenze di tollerabilità tra un FANS e l’altro (nausea, vomito, gastrite, ulcera sono gli effetti collaterali più frequenti), è buona norma partire da quello più sicuro, ovvero il paracetamolo.

Pertanto Moment, da anni pubblicizzato come prima scelta per il mal di testa, non è meglio nè peggio di Momendol come di decine di altre specialità medicinali FANS presenti nei cassetti delle farmacie. Tuttavia, per scelte di marketing, fin dall’inizio Angelini ha optato per differenziare il mercato dei suoi due prodotti, in maniera tale che le vendite dell’uno non erodessero numeri di quelle dell’altro. La strategia è continuata con Momentact, inventato per il mal di testa FORTE, quando in realtà si tratta di un Moment contenente il doppio del principio attivo ibuprofene (400 mg anziché 200 mg). La storia funziona, dal momento in cui qualche altro milione di italiani si è buttato sulla novità, pur avendo già nell’armadietto dei medicinali Moment. E poco importa che numerosi studi dimostrino come solo nei soggetti in cui il dosaggio singolo (200 mg) non sia pienamente efficace, ha senso raddoppiare a 400 mg. Negli altri casi, si aumentano solamente gli effetti collaterali. Ma non finisce qua, l’ineffabile Angelini si è sbizzarrita a differenziare il mercato, pitturando le confezioni di Moment bustine di un bel rosa bambina, per dedicarlo alle mestruazioni delle donne. Infilando il principio attivo in capsule di gelatina morbida, per convincere che in questo modo l’effetto sarebbe stato molto più veloce. Infine, sono fioriti mille formati differenti, in modo da avere ora disponibili confezioni da 6, 12, 24, 36 compresse.
Fino ad arrivare all’ultima novità di quest’anno, quando forse per mancanza di idee, forse per aumentare le vendite di un prodotto “fermo”, l’italiano medio scopre che Moment e Momendol in fondo sono sempre stati la stessa cosa. E tutto questo, come sempre, scorre nella più totale indifferenza, quando invece è dimostrazione esplicita di come le aziende farmaceutiche siano disposte a tutto pur di convincere le persone ad acquistare i loro prodotti, strumentalizzando coscienze e facendosi beffe delle evidenze scientifiche. Il mal di testa muscolo tensivo infatti (quello di cui parla lo spot in questione) risponde a 200 mg di ibuprofene e a 220 mg di naprossene sodico con le stesse probabilità. Ma siamo sicuri che anche questa volta la narrazione del mercato del farmaco funzionerà, magari con la connivenza di farmacisti e medici.

Se volete sentire un’altra storia, vi linkiamo qua sotto un video in cui, assieme ai ragazzi e alle ragazze della seconda media di Cles (TN), prendiamo in giro le pubblicità dei medicinali per il mal di testa.

Annunci

2 thoughts on “Il senso di Angelini per il mal di testa

  1. Paolo Barni ha detto:

    Non nego le strategie di marketing, sicuramente studiate e applicate per strumentalizzare le coscienze e vendere più possibile. Non sono per nulla concorde però sull’assenza di differenze tra gli effetti di Moment / Moment Act / capsule molli / compresse; e lo dico da persona sofferente di forte e debilitante mal di testa tensivo, con ricorrenza almeno settimanale e fruitore di Aulin e di altre porcherie sin dall eta’ di 15 anni fino al giorno in cui provai Moment Act capsule molli rosse. La mia sfortunata esperienza mi porta a testimoniare l efficacia di moment act capsule molli e l inefficienza, per il mio problema, della sua metà dose (moment). testimonio anche il fatto che la rapidità degli effetti delle capsule molli è superiore alle compresse. Evidentemente Lei non ha il problema di quelle persone affette da una patologia come la mia e come quella di tutti coloro che soffrono di emicrania cronica.

    • sergiocattani ha detto:

      Gentile sig. Barni, innanzitutto grazie per aver letto e commentato l’articolo.
      La Sua esperienza ha un grande valore e non la metto in dubbio, tuttavia quanto ho scritto non ne risulta compromesso, in quanto è basato su studi indipendenti che comprendono migliaia di persone, di tutte le età ed entrambi i sessi, sofferenti di varie tipologie di mal di testa. Capsule molli di ibuprofene esistono da almeno 20 anni, sono in tutto e per tutto uguali alle compresse, se non per la velocità d’azione. Questo può rappresentare vantaggioso perché il mal di testa passa prima, ma nella stessa entità di altre formulazioni a parità di principio attivo.
      Inoltre, il Suo esempio conferma una volta in più come in ogni persona il mal di testa sia diverso dagli altri: a priori non esiste un farmaco migliore dell’altro, solo provandolo può capire se va bene. E Lei ha fatto bene a provarne un altro che non aveva mai testato. Ma stia sicuro che migliaia di altre persone che hanno fatto come Lei non ne hanno tratto alcun giovamento.
      Grazie ancora dell’intervento, ritorni a leggermi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: